Ultima mostra Un Viaggio Senza Fine di Julien Guerrera terminata il 29/03/2014

You Can't Always Get What You Want di Giorgio Fracassi

Giorgio Fracassi è pittore “ossessionato”.
Come ogni artista che si rispetti vive e nutre la sua ossessione, la porta così ad esistenza sulla tela regalandoci delle immagini che sono come tanti punti di vista, tante occhiate gettate in un universo, quello dell’erotismo e della sessualità, spesso raccontato in modo facile e banale, analizzato negli aspetti più volgari e triviali ma mai indagato e rappresentato con quella “violenta grazia” con cui Fracassi lo consegna alla nostra attenzione di fruitori d’arte.
Nella tele esposte è contenuta la promessa, realizzata per altro, di veder congiunte in un’ unica esperienza visuale la forza della tecnica usata dall’artista, la solida pennellata e l’uso dei colori che sembrano come quelli di certe foto dei primi del novecento, foto dai viraggi seppiati e con predominanze di scuri e quello sguardo in qualche modo stupito che Giorgio ha gettato attraverso i suoi nudi, sull’umanità, cogliendola nella  sua essenzialità stupita, nel momento dell’intimità che deve rimanere, secondo la vulgata “bacchettona”, celata all’occhio invadente e curioso.
E’ un’umanità particolare dunque quella che troviamo in questa personale di Fracassi, tra l’altro in una location finalmente adeguata alla sua ispirazione così autenticamente puntuale, perché viene sì smascherata ma è come se assumesse un atteggiamento di “vergognoso distacco” di fronte all’impietoso artista che ce la rivela  senza artefatte sovrastrutture. E’ un’umanità che pur bloccata dal pennello dell’artista in scene “sconvenienti” conserva sul volto o nella postura del corpo un atteggiamento sempre composto e in qualche caso pudico e dimesso.
E’ un’ umanità colta sempre in  luoghi spogli e scarni, sembrano camere d’alberghi ad ore, oppure salotti di case vecchie e dagli arredi ormai sorpassati e spelacchiati, come certe scene di vecchi film noir francesi, dove l’investigatore è sempre prono a cogliere in quella sedia storta o in quel tappeto malmesso l’indizio di un crimine efferato.
Qui però l’investigatore è Giorgio Fracassi, ed è un investigatore analitico perché le sue scene sono istanti precisi di desolante “normalità”, ma è anche indagatore indulgente pronto ad assolvere le sue figure, i suoi personaggi, che sono ritratti nella loro quotidiana relazione con il sesso, con il loro corpo, con la loro “persona”; curioso come il termine “persona” fosse inteso dai latini nel senso di “maschera”, che siano i quadri di Giorgio come i canovacci di altrettante rappresentazioni teatrali in cui troviamo svelata la vita nella sua  componente più naturale? Quella sessuale ed erotica!
Enzo Acierno

Senza titolo
Giorgio Fracassi

Senza titolo
Giorgio Fracassi

Senza titolo
Giorgio Fracassi

SENZA TITOLO
Giorgio Fracassi

DIVANO BLU
Giorgio Fracassi

Le ballerine
Giorgio Fracassi


Warning: mysql_fetch_array(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in /web/htdocs/www.violabox.it/home/scheda_mostra.php on line 292