Ultima mostra Un Viaggio Senza Fine di Julien Guerrera terminata il 29/03/2014

Nato a Roma nel 1972, Tommaso Garavini studia all’estero fin da piccolo: dal 1985 al 1987 alla Hillcrest primary school a Mutare, in Zimbabwe, nel 1991 alla Boulder high school in Colorado e, tra il 1992 e il 1998, mentre frequenta l' Accademia di Belle Arti a Roma, si trasferisce sei mesi alla Burg Gibiechenstein Hockschule für Kunst und Design Halle in Germania. 

Dopo il diploma in scenografia nel 1998, lavora come assistente scenografo nel cinema "La Banda" di Claudio Fragasso, "Ascolta la canzone del vento" di Matteo Petrucci, "La felicità non costa niente" di Mimmo Calopresti), mentre si attiva a teatro, collaborando come scenografo con diverse compagnie, tra cui la “Lios-Compagnia di danza Butoh". Lavora anche con Benedetto Sicca, Raffaele Zanframundo, Gianni Casalnuovo, Fabian Ribezzo, Debora Pappalardo, Emilia Martinelli e Aureliano Amadei. 
Nel 2003 scrive L'Operamara, che viene messa in scena da Debora
Pappalardo, Anastasia Sciuto e Igor Bacovich. Sempre nel 2003, il 7° Mostar Intercultural Festival lo invita a partecipare con La Sindrome del Topo, con il compito di progettare e costruire un Labirinto interattivo all' aperto.

Al suo rientro progetta e realizza l'arredamento de Il Settimo Cerchio, uno studio  di tatuaggi/spazio espositivo a Bologna e collabora con la cooperativa Z59 alla progettazione di due eventi (Palermo - Cantieri Culturali della Zisa, Padova - Padova Fiere) per i quali realizza diverse tipologie di strutture mobili.

Rimonta invece al 2004 il suo soggiorno in Francia, dove progetta una giostra per bambini, Il ragno – La Giostra Rovescia. Sempre come designer, riprende nel 2005 la sua collaborazione con la Cooperativa Z59, occupandosi della progettazione di oggetti realizzati con materiali di riuso e riciclo.
Da tre edizioni si occupa del Premio "Sofia Amendolea" e del "Premio Gemini" d'oro per il Roma Teatro Festival.
Dal 2005  
al 2008 collabora con Hotel de "la Lune" al progetto Devozioni.
In qualità di illustratore ha pubblicato su Nero free magazine, I punk, Tappe di sughero, Pimba magazine e Grab Magazine.

Nel 2006 crea insieme a Andrè Philippe Solari e Giorgio Mazzone,ROTA-LAB, un laboratorio di arti applicate dove lavora attualmente. 
Ha al suo attivo oltre 10 mostre personali e 30 
collettive in Italia ed all’estero.

Allegoria
Tecnica mista su carta
50x70
2009

Madamoiselle
Tecnica mista su carta
30x30
2009

Amalgama Installation
Installazione, diversi materiali
2009

Amalgama Installation
Installazione, diversi materiali
2009

Amalgama Installation
Installazione diversi materiali
2009

Amalgama Installation
Installazione diversi materiali - container
2009